Connect
To Top

La musica è la chiave che sblocca i ricordi più profondi della nostra mente!

Abbiamo avvertito tutti il potere della musica legata alla nostalgia. Può colpire in ogni momento e all’improvviso veniamo inondati da emozioni e ricordi. Può trattarsi di una canzone che ci ricorda del nostro primo amore, o della musica che c’era in sottofondo durante il nostro giorno di laurea. A prescindere da cosa sia, tutti quanti hanno quelle canzoni che richiamano una forte reazione emotiva difficile da spiegare.

Fortunatamente, è stata completata una serie di studi che fanno luce sul perché la musica riporta ricordi nostalgici ed emozioni del nostro passato. L’opinione degli studiosi? La musica stimola ampie reti neurali nel cervello, incluse le regioni del cervello responsabili delle azioni motorie, delle emozioni e della creatività.

Il primo studio eseguito da Amee Baird e Séverine Samson, della University of Newcastle in Australia, ha esaminato gli effetti della musica su pazienti affetti da grave perdita di memoria e danno cerebrale. Una volta confrontati i risultati con quelli di pazienti dotati di cervelli sani, quello che hanno riscontrato è che il quantitativo maggiore di ricordi autobiografici evocati dalla musica si è verificato in realtà nei pazienti con pesanti danni cerebrali. La conclusione è stata che anche con un danno cerebrale, la musica attiva dei forti percorsi attraverso diverse parti differenti del cervello:

“Ciò che sembra accadere è che un frammento di musica familiare serve come colonna sonora per un film mentale che inizia a venire riprodotto nella nostra testa. Richiamate i ricordi di una particolare persona o luogo, e potreste tutto d’un tratto vedere il volto di quella persona con gli occhi della vostra mente. Adesso possiamo notare l’associazione che esiste fra queste due cose – la musica e i ricordi.” – Petr Janata, UC Davis

A causa dei percorsi complessi creati dalle reazioni musicali, si verificano risposte fisiche ed emotive entro aree separate del cervello che influenzano le abilità motorie, la creatività e le emozioni. Dato che le aree uditive vengono influenzate dal networking musicale del nostro cervello, gli scienziati ritengono che musica e i movimenti fisici siano strettamente correlati.

Ulteriori studi hanno continuato la ricerca su come la musica influenza l’attività del nostro cervello ma nel frattempo, potete ascoltare la nostra NOSTALGIC PLAYLIST qui sotto <3 <3 <3

raving-koko-banner

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More in News

raving-koko-banner